Arte e avventura con gli occhi di un'artista

Consigli per scoprire l’Islanda – Cartina

27 ottobre 2016.theart49.0 Likes.1 Comment
Home/Blog/Avventura/Consigli per scoprire l’Islanda – Cartina

Idee e consigli per scoprire l’ Islanda

 

L’Islanda è un’ isola dell’Europa settentrionale, si affaccia sull’ Oceano Atlantico ed è la nazione europea meno popolata, con soli 323 000 abitanti, la maggior parte dei quali concentrati nella capitale Reykjavik. L’ Islanda si trova sulla dorsale medio atlantica ed è caratterizzata dall’intensa attività vulcanica e geotermica. Il clima in Islanda è temperato, a differenza di quello che si possa pensare, nonostante la sua latitudine, grazie alla corrente del Golfo. Riesco solo a dare consigli sull’estate islandese, perchè il mio viaggio è stato a luglio del 2016: il tempo in questo periodo è molto variabile e caratterizzato spesso da pioggia e vento e in questa stagione la notte è inesistente o quasi.

L’ Islanda è, all’interno, un altopiano desertico con montagne, ghiacciai, dove i fiumi glaciali scorrono verso il mare attraversando le vastissime pianure e formando bellissime cascate. La maggior parte del territorio non è abitato e non presenta servizi, quindì questa caratteristica non è da sottovalutare, ci sono chilometri e chilometri in mezzo al deserto. Quindì sconsiglio per chi è impreparato di affrontare un viaggio all’avventura ma preferire sempre un appoggio o un tour organizzato: la situazione, anche se l’Islanda è un paese con criminalità nulla, può essere molto complicata e seria da soli in mezzo al nulla e a seconda dell’orario anche le macchine in transito sono poche!

La bellezza dell’ Islanda si trova nella sua differenza da tutto ciò a cui siamo abituati: le attrazioni naturali sono tutte gratuite e libere, a parte rarissime eccezioni, ed è possibile visitarle a qualsiasi ora (da approfittare se si ha poco tempo, perchè visitabili anche nelle ore notturne visto che è sempre giorno). Io ho visitato la parte sud dell’isola quindì so consigliare cosa visitare solo della zona che ho visitato io stessa.

Con quale mezzo di trasporto visitare l’Islanda

 

  • Autobus o tour organizzati: ATTENZIONE perchè ci sono pochissimi autobus, uno al giorno, quindì controllate bene che tornino tutti gli orari;
  • Macchina a noleggio: forse è uno dei mezzi più utilizzati perchè a parte rarissime eccezioni le macchine che si incontrano dappertutto sono islandesi. ATTENZIONE evitare di andare da soli con la macchina, a meno che non si sia preparati psicologicamente ad affrontare la situazione, trovarsi nel nulla da soli non è piacevole se non si è preparati bene all’idea. Inoltre ATTENZIONE alla benzina perchè i benzinai sono solo nei paesi e non in tutti.
  • Bici: (era il mezzo che ho utilizzato io all’inizio del mio viaggio ma che purtroppo ho cambiato programma per vari problemi, poi ho optato per il noleggio della macchina) ma lo sconsiglio in questo paese per vari motivi, a meno che non si abbia grande esperienza e capacità di affrontare ogni tipo di imprevisto. Fare il giro dell’ Islanda in bicicletta va veramente molto di moda ultimamente, è un giro decisamente troppo estremo ma non è adatto secondo me in bici: la strada 1 (che è quella che fa il giro completo dell’ isola) è una strada asfaltata (in cui transitano macchine, da ricordare, sembra come una nostra superstrada!) di circa 1300 km sempre dritta nel deserto, nell’infinito. Bisogna essere completamente autosufficienti, consiglio in gruppo anche se molti lo affrontano in solitaria. Bisogna anche considerare gli agenti atmosferici che riescono ad essere veramente estremi e preoccuparsi dove trovare campeggi o altri tipi di strutture ricettive per dormire o riposare. Naturalmente da considerare anche il continuo sforzo fisico ma che dipende dalle varie tappe, magari a volte tocca allungare delle tappe per raggiungere il posto dove dormire, quindì ATTENZIONE!
  • Autostop: in Islanda è sicuro, molte persone lo fanno, gli islandesi sono molto gentili e aperti a questo modo di viaggiare.
  • Non esistono treni in Islanda, al massimo ci sono piccoli aeroporti oltre a quello internazionale di Keflavik.

Curiosità sull ‘ Islanda

 

  • All’aeroporto internazionale di Keflavik, all’uscita, c’è un box chiuso fatto apposta per rimontare le biciclette o per ripararle, con tutti gli attrezzi pronti all’utilizzo, ottimo da sapere per i cicloturisti che arrivano;
  • Le famiglie islandesi sono molto grandi, è normale avere dai 3 ai 5 figli;
  • Ci sono dei mezzi davvero particolari da noleggiare, tra pick-up camperizzati e fuoristrada con ruote gigantesche per affrontare il terreno insidioso dell’isola;
  • Un’idea molto bella è fare whale-watching (vedere balene e capodogli al largo): dalla capitale oppure dal nord dell’ isola, mi hanno consigliato quest’ultimo ma non ho avuto modo di visitare la parte a nord, purtroppo. Un sito consigliato, con molti tipi di tour: http://elding.is/ .

Islanda – Cartina

islanda cartina

Licia Baldini

Categories: Avventura

Comments (1)

    Dimmi cosa ne pensi!

    Kopy Theme . Proudly powered by WordPress . Created by IshYoBoy.com
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: