Arte e avventura con gli occhi di un'artista

Le spiagge nere: Reynisfjara e Dyrholaey

18 ottobre 2016.theart49.0 Likes.0 Comments
Home/Blog/Natura/Le spiagge nere: Reynisfjara e Dyrholaey

La particolarità delle spiagge nere in Islanda

 

In Islanda sono molto famose le spiagge nere: sia Reynisfjara sia Dyrholaey, entrambe nei pressi del paesino Vik i Mýrdal. La particolarità sta nel loro colore, formata da sassolini tondeggianti neri. Come l’Islanda stessa, anch’esse sono di origine vulcanica, infatti il nero è tipico della roccia basaltica, poi erosa e modellata dalla forza della natura. In questa nazione la natura è veramente padrona e colpisce subito con quanta forza riesce a dominare tutto.

Reynisfjara è la vera e propria spiaggia nera e si trova nella parte occidentale della scogliera Reynisfjall. Quest’ultima ha dalle forme veramente belle e particolari: nel basalto sono “scolpite” colonne una accanto alle altre ad altezze diverse, ricordando le forme che incorniciano la cascata di Svartifoss e anche la chiesa di Reykiavik.

La bellezza nella spiaggia si trova anche nelle varie incavature, grotte maestose e anche rocce che affiorano addirittura dall’acqua, il panorama è davvero scenografico. In queste spiagge però, è assolutamente vietato fare il bagno, segnalato dai vari cartelli perchè la corrente è talmente forte che riesce a portarti via anche a pochi metri dalla riva. Attenzione anche al meteo, spesso è molto ventoso, come succede facilmente in Islanda, quindì conviene ripararsi.

In queste spiagge è possibile avvistare varie specie di uccelli marini che nidificano sulla roccia, come i simpaticissimi pulcinella di mare, in inglese puffin (è possibile fare un “puffin tour” partendo dalla capitale).

Dyrholaey è un promontorio vicino a Reynisfjara, conosciuto per il suo doppio arco naturale che si protende sul mare, visibile anche a distanza, con le sue scogliere ripidissime, alte fino a 115 metri sopra al mare! É visibile sia da un punto di osservazione vicino oppure anche direttamente sopra.

Entrambe le spiagge nere sono raggiungibili da delle strade laterali che partono direttamente dalla strada numero 1, che è la strada che permette di compiere il giro dell’intera Islanda, entrambe ben segnalate nei pressi di Vik i Mýrdal.

Tanti consigli e idee su come visitare l’Islanda a questo post   e anche su cosa vedere nel sud a quest’altro link.

Licia Baldini

Categories: Natura

Dimmi cosa ne pensi!

Kopy Theme . Proudly powered by WordPress . Created by IshYoBoy.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: